Cascara: la novità dai sapori esotici

Cascara: la novità dai sapori esotici

La Cascara (letteralmente “guscio”, “buccia” in spagnolo) è la buccia della ciliegia del caffè: un frutto tropicale che racchiude al suo interno 2 chicchi, i quali dopo la pulizia di tutte le componenti che li ricoprono, vengono fatti essiccare.

Una volta giunti nelle torrefazioni, in funzione degli aromi che si predilige far esprimere al caffè, verranno tostati con un profilo specifico, adatto alle estrazioni in filtro o in espresso a seconda delle esigenze.

Normalmente le componenti esterne del frutto sono utilizzate per la concimazione nel caso del caffè processato con il metodo lavato, mentre in alcuni casi il residuo secco derivante dalla decorticatura nel processo naturale viene compattato ed utilizzato come combustibile simile al pellet, o anch’esso usato in agricoltura.

cascara

Anche nei paesi di origine, infatti, solo alcuni piccoli produttori molto attenti alla qualità dei loro prodotti, sono in grado di utilizzare le componenti di scarto per realizzare gustose tisane, golose confetture e liquori digestivi.

La Cascara infatti è molto ricca di zuccheri e una volta essiccata presenta sentori di uva passa, fichi secchi, datteri e ciliegie sotto sciroppo.

Cascara Costadoro: dove acquistarla e come gustarla

Costadoro è orgogliosa di essere tra i primi venditori in Italia di Cascara biologica confezionata e pronta all’uso.

La Cascara biologica Costadoro, acquistabile sull’e-shop Costadoro CLICCANDO QUI, proviene dalla finca di Miguel Grau, situata nella regione peruviana di Chanchamayo, ed è ottenuta da frutti della varietà Caturra e Catuai.

cascara

La certificazione BIO è un fattore molto importante in quanto il processo di estrazione delle sostanze tramite infusione in acqua (calda o fredda che sia), riuscirebbe a diluire anche i possibili pesticidi rimasti nel frutto, malgrado un preventivo lavaggio.

Una cascara con la certificazione di provenienza biologica invece ci tutela maggiormente.

Ma come possiamo gustarla e quali possono essere le preparazioni adatte?

Di seguito proponiamo due ricette (una calda e una fredda) per gustare comodamente a casa la vostra Cascara!

cascara

Hot Coffee cherry tea

Prendiamo dell’acqua filtrata o confezionata in bottiglia, con un residuo fisso compreso tra i 50 ed i 150 mg/l e scaldiamola a 90 – 93°C.

Poniamo in un tea dripper o in una french press, dai 5 agli 8 g di Cascara ogni 100 ml di acqua; in seguito versiamoci sopra l’acqua calda.

Lasciamo in infusione da 4 a 6 minuti in base alla quantità di Cascara utilizzata e a quanto intenso vogliamo il nostro infuso.

cascara

Ricordiamoci però che anche la buccia del caffè contiene caffeina e che maggiore sarà il tempo di infusione, maggiore la caffeina estratta, con conseguente aumento di note amare.

Iced Coffee cherry tea

Prendere dai 5 ai 10 g di cascara ogni 100 ml di acqua filtrata fredda, porli in una caraffa e mescolare delicatamente, quindi lasciare riposare in frigo per 10/12 ore.

Filtrare il tutto e godersi un infuso freddo energetico dalle gradevoli note di frutta esotica.

Ovviamente potete addizionare l’infuso con della buona acqua tonica, del ginger beer o a un distillato per ottenere un originale cocktail estivo.

cascara

Cascara e Mixology

La nostra Cascara si presta a innumerevoli utilizzi anche nel campo della miscelazione e della liquoristica.

Ad esempio è ottima se abbinata ad un famoso e versatile distillato: il gin.

In questo caso utilizzeremo un London dry gin particolarmente morbido e con note agrumate (ad esempio il Bulldog, prodotto in una delle più antiche distillerie d’Inghilterra).

Per creare un prodotto differente si possono utilizzare 35 g di Cascara, unendola a 500 ml di Gin all’interno di un tea dripper.

Riporre quindi il tutto in frigorifero per una notte e al mattino abbiamo filtrare l’infuso, che si presenterà di un gradevole colore ambrato e con profumi intensi di frutta matura.

Il nostro nuovo gin è ora pronto per diventare un ingrediente di molti cocktails! Provatelo in un frozen, realizzato con ghiaccio realizzato utilizzando il cold brew coffee, ed una scorza di lime… incredibilmente rinfrescante!

CONDIVIDI
FacebookTwitterLinkedInPinterestWhatsAppTelegramEmailPrint

siamo sicuri ti piacerà:

Potrebbe interessarti anche:

scrivici