L’impegno di IWCA per l’empowerment femminile nella filiera del caffè

Intervista ad Eleonora Pirovano e Alessandro Spiga

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Eleonora Pirovano, la Presidente di IWCA Italia, e Alessandro Spiga, il titolare e fondatore di Spiga Trading, e di parlare con loro dell’impegno nel sostenere le donne lavoratrici dei paesi in via di sviluppo con il loro progetto. 


Buongiorno Eleonora, raccontaci che cos’è IWCA e quale è il suo obiettivo.    

L’International Women in Coffee Alliance è un’associazione che si occupa di sviluppo e di empowerment femminile in tutta la filiera del caffè. Il nostro obiettivo principale è quello di importare qualità e sostenibilità attraverso l’acquisto di caffè verde proveniente da coffee farm gestite da donne.  

Come IWCA contribuisce a rafforzare l’indipendenza delle lavoratrici?  

Queste donne vivono ancora ad oggi una disparità di genere molto forte ed è per questo che attraverso il nostro sostegno riusciamo a dare loro quella che è un’indipendenza, soprattutto un’indipendenza economica, per offrire la possibilità di sviluppare nuovi progetti e di vivere una vita sicuramente più felice e più serena per loro e per la loro famiglia.  

Dove è possibile trovare maggiori dettagli sull’Interational Woman in Coffee Alliance e come si può offrire il proprio sostegno a questo progetto? 

Chiunque può iscriversi alla nostra associazione, è possibile trovare tutte le informazioni su questo sito, l’adesione è aperta a tutti, inclusi i Coffee Lovers! 

Passando al lato import-export delle materie prime, di cosa si occupa Spiga Trading e qual è il suo ruolo con IWCA, Alessandro? 

Ci occupiamo di importazione di caffè crudo in Italia e lavoriamo con produttori in tutte le zone di produzione del caffè nel mondo. Ci siamo focalizzati sul progetto IWCA negli ultimi anni per cercare di promuovere la realtà dell’Interational Woman in Coffee Alliance in Italia e da qua è nata l’idea di importare il caffè di Finca L’Etranger, che è stato utilizzato da Costadoro come caffè appartenente alla filiera IWCA.  

Ci puoi raccontare qualcosa di più a riguardo? Dove viene prodotto e che caratteristiche ha? 

Questo caffè è coltivato nella Finca L’Etranger in Salvador, è un’arabica lavata varietà bourbon, viene prodotto a circa 1.100 metri sopra il livello del mare, ha note di frutta secca e frutta gialla e viene raccolto in piantagioni che rispettano in termini di sostenibilità ambientale e sociale i codici etici e i principi dell’associazione IWCA.  

Costadoro El Salvador Blanca nello specifico è un caffè che ha un processo lavato di lavorazione, quindi è un caffè selezionato, è stato testato ed ha un cupping profile con uno score superiore a 85 punti. Si tratta, quindi, di un prodotto di alto livello, che rientra pienamente all’interno di quel gruppo di caffè di alta qualità che vengono definiti Caffè Specialty.  

Che tipo di rapporto avete con i produttori di caffè della Finca l’Etranger? L’avete visitata di persona? 

Sì, certo, noi abbiamo avuto il piacere di conoscere Liza che è la proprietaria e produttrice di Finca L’Etranger che è ormai alla quinta generazione nella produzione di caffè ne El Salvador. Abbiamo avuto modo di assaggiare questo caffè che ci è piaciuto molto, ce ne siamo innamorati. Adesso l’idea è di lavorare e importare caffè con produttori nei quali crediamo e con i quali abbiamo un rapporto amicale oltre che lavorativo, dai quali abbiamo importato questo caffè in Italia che è stato testato ed è piaciuto alla Torrefazione Costadoro.  

Che cosa ne pensi della collaborazione Costadoro – IWCA – Spiga Trading e che cosa vedi nel futuro di questa alleanza? 

Spero che Costadoro abbia l’idea di continuare ad assaggiare altri caffè che fanno parte del circuito IWCA in maniera tale da impegnarsi nella filiera di caffè certificati che non solo sono buoni, ma hanno una componente sociale importante, sia nei paesi di produzione che nei paesi di consumo, nello specifico in Italia. 

Certamente Alessandro, Noi di Costadoro siamo entusiasti della certificazione IWCA da noi ottenuta per il nostro Caffè Costadoro El Salvador Blanca e continueremo ad impegnarci nella promozione degli ideali di IWCA, per creare consapevolezza in tutta la filiera del caffè, consumatori inclusi.  

CONDIVIDI
FacebookTwitterLinkedInPinterestWhatsAppTelegramEmailPrint

siamo sicuri ti piacerà:

Potrebbe interessarti anche:

scrivici